In questi ultimi tempi, specialmente l’ultimo anno, la rogna dell’olivo ha colpito molte piante soprattutto nel centro Italia, a causa degli andamenti climatici che hanno interessano la zona. La rogna dell’olivo è una malattia è una malattia batterica che reca davvero molti danni alle pianta. In questo articolo spiegherò cos’è rogna dell’olivo e ti fornirò la guida su come curarla.

Del Dott. Francesco Giannetti

VUOI SUBITO SAPERE COME SI CURA? SCORRI FINO IN FONDO A QUESTO ARTICOLO!

Rogna dell’olivo (Pseudomonas savastanoi)

La Rogna dell’olivo è una malattia provocata da un batterio riconosciuto scientificamente con li nome di Pseudomonas savastanoi. La Rogna è presente in gran parte del nostro paese, specialmente nelle zone in cui il clima è più umido e le temperature sono più basse della media nazionale.

La nevicata e il ritorno di freddo tardivi della primavera del 2018 sono stati la causa di una vasta epidemia di Rogna in tutto il Centro e Sud Italia.

I sintomi possono essere ben visibili sui rametti più giovani dell’albero, ma anche sui rami (branche) più grandi, sul tronco e più di rado sulle foglie e sui frutti. Essi consistono in più o meno grandi escrescenze tumorali, con superficie rugosa.

La Rogna dell’olivo può colpire anche le radici, in questo caso è ovviamente impossibile accorgersene. Se però succede, le sorti della pianta potrebbero essere a rischio.

Rogna dell’olivo
Rogna dell’olivo su rami

Le principali cause della presenza della Rogna sono dovute alla penetrazione del batterio attraverso le ferite.

Le ferite possono essere provocate da:

  • grandine,
  • dal vento,
  • dalle basse temperature
  • in seguito alla raccolta delle olive tramite abbacchiatori.
  • ferite provocate dai fitofagi. 

A proposito di questo ultimo punto, il primo insetto che potrebbe causare la Rogna è certamente la Mosca dell’olivo (Bactrocera oleae, Gmelin 1790). Il batterio della Rogna dell’olivo, infatti, può essere trasmesso anche direttamente attraverso le ferite provocate dalle sue punture.

La Rogna dell’olivo viaggia lungo il flusso linfatico, per questo motivo il batterio si può propagare fino a raggiungere ogni organo della pianta.

Il periodo di incubazione di questa malattia dell’olivo varia da 30 a 90 giorni circa, a seconda delle condizioni ambientali. L’infezione è favorita dalle temperature miti e dall’elevata umidità, spesso con presenza di piogge intense che ne favoriscono ancora di più la diffusione.

Sintomi

Come abbiamo in parte detto, i sintomi della Rogna possono essere ben visibili.

Consistono in escrescenze tumorali, più o meno rotonde, e hanno una superficie rugosa. Non di rado, si possono vedere invece dei fori specialmente nelle piante più giovani, come puoi vedere nella foto successiva.

malattie dell'olivo

La grandezza delle escrescenze tumorali è variabile e dipende dalla gravità dell’infezione e dalla resistenza della pianta.

Se il batterio della Rogna colpisce anche i frutti (le olive), questi possono sia subire delle malformazioni sia acquisire una colorazione a macchi scure di in corrispondenza delle lenticelle.

Rogna dell’olivo
Rogna dell’olivo su giovani rametti

Come si cura

Se sei arrivato fino a questo punto è perché vuoi davvero sapere come curare la Rogna dell’olivo.

Ricevo almeno 5 telefonate al giorno da agricoltori che vogliono sapere come eliminare la Rogna dell’olivo.
E tutti mi richiamano dicendomi: GRAZIE!

Le soluzioni che fornisco sono 3 e sono GARANTITE!

Per questo ho creato un’unica GUIDA PRATICA che potrai applicare DA SOLO, senza bisogno dell’intervento di un professionista!

SCARICA QUI LA GUIDA

Cosa stai aspettando? Ogni momento che passa la pianta soffre e la produzione si riduce! Potresti rischiare di raccogliere nemmeno un’oliva l’anno prossimo! Vuoi davvero che accada questo?