Sei sicuro di sapere in cosa consiste l’agricoltura di precisione? In questo articolo, oltre a spiegarti cos’è, ti dirò precisamente quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’agricoltura di precisione, facendo un’analisi economica sia dal punto di vista propriamente aziendale (costi fissi, costi variabili e ricavi) sia da un punto di vista delle colture. Buona lettura.

Del Dott. Francesco Giannetti

La mia intervista su Rai 3 a “Il posto giusto” riguardo l’agricoltura di precisione.

Agricoltura di precisione: che cos’è?

Le strategie politiche globali sullo sviluppo dell’agricoltura ruotano prevalentemente intorno al concetto di Climate — Smart Agriculture, detto più semplicemente CSA (FAO, 2015). 

Tale programma della FAO ha 3 principali obiettivi:

  1. Incremento sostenibile della produttività agricola e dei redditi degli agricoltori;
  2. Ricerca di nuove forme di resilienza degli ecosistemi agricoli, in modo da adattarsi ai cambiamenti climatici;
  3. Riduzione dei gas serra (dove possibile).

Questi 3 obiettivi vengono perseguiti fornendo delle linee guida per innovare i sistemi agricoli mondiali verso soluzioni compatibili con le esigenze di sicurezza alimentare e sostenibilità ambientale. 

Tali linee guida, inoltre, devono essere adattate alle caratteristiche specifiche di ogni nazione e territorio, ma fermo restando la creazione di sistemi colturali a basso impatto ambientale ed a costi ridotti, grazie a strumenti che controllano automaticamente la distribuzione dei fattori di produzione (acqua, fertilizzanti, fitofarmaci, ecc.).

 

L’agricoltura di precisione, quindi, è una strategia gestionale che utilizza tecnologie informatiche per raccogliere dati da fonti multiple in vista di un loro successivo utilizzo nell’ambito di decisioni riguardanti le attività produttive.
(NRC, 1997)

Strumenti dell’agricoltura di precisione

L’agricoltura di precisione racchiude in sé vari strumenti e vari apparecchi elettronici che possiamo di seguito elencare:

  • Tecnologie meccanotroniche: tutti quei dispositivi volti sia all’acquisizione dei dati (monitoraggio), sia al loro utilizzo in attività automatizzate (elaborazione);
  • Tecnologie di posizionamento: apparecchi GPS, strumenti per la geolocalizzazione, sistemi di posizionamento satellitare (GNSS, Global Navigation Satellite Systems);
  • Tecnologie per la comunicazione: possono essere molteplici; si va dai semplici smartphone alle ricetrasmittenti o telefoni satellitari;
  • Tecnologie informatiche hardware e software: si intende computer di piccole o grandi dimensioni, i programmi tipo DBMS (database management system), SIA e applicazioni vari.

In quest’ultimo gruppo di strumenti dell’agricoltura di precisione, rientrano anche tutti quegli apparecchi che abbiamo ad esempio descritto nell’articolo su come aumentare la produzione di olio d’oliva.

agricoltura di precisione
Installazione di apparecchi per il rilevamento di umidità, temperatura, quantità di pioggia e altri dati utili all’aumento di produzione dell’olio d’oliva. Foto di Elaisian.

 

Valutazione economica sull’agricoltura di precisione

I motivi principali per cui l’agricoltura di precisione non viene ancora adottata in Italia sono i seguenti:

  • Una credenza errata riguardo i costi di installazione delle tecnologie da parte degli agricoltori;
  • La resistenza ad investire in nuove tecnologie;
  • La difficoltà nel comprenderne i vantaggi, spesso con risultati visibili nel lungo periodo e quindi poco concreti inizialmente.

Per questo, bisogna prima studiare e valutare i benefici economici reali delle tecnologie dell’agricoltura di precisione, prima di immetterla in un’azienda agricola.

agricoltura di precisione
Le mietitrebbie più moderne hanno ormai tutte già installato il sistema di mappatura delle produzioni cerealicole: sensori di misura della quantità e della qualità di prodotto raccolto (massa, densità, umidità, ecc.), sensori di localizzazione (GNSS), sensori per la misura dell’area di riferimento (spazio percorso, tempo, ecc.), sistema di registrazione ed elaborazione dei dati (da inviare al database aziendale).

 

Effetti sul capitale fisso

È vero che l’agricoltura di precisione e le sue tecnologie genera costi fissi, che devono essere valutati nell’analisi economica.  

Tali costi riguardano soprattutto la manutenzione, il personale tecnico nella gestione degli apparecchi elettronici e, ovviamente, l’energia elettrica

È altrettanto vero però che riduce il costo delle macchine, in quanto vi è una maggior rapidità di esecuzione e una maggiore efficienza delle operazioni.

Effetti sul capitale circolante e sui costi variabili

L’agricoltura di precisione favorisce risparmi di capitale circolante. Le sementi, i fertilizzanti, i prodotti fitosanitari, l’acqua di irrigazione, il carburante, ecc. vengono utilizzati in modo più efficiente, in modo così da risparmiare ognuno di essi. 

Questo porta indubbiamente anche innumerevoli benefici a livello ambientale. Un risparmio d’acqua può essere molto positivo soprattutto nel periodo estivo, senza contare che l’acqua è un bene prezioso e non va sprecato. 

Il risparmio sui prodotti fitosanitari ha un vantaggio sia a livello finanziario (quindi una riduzione delle spese per l’imprenditore agricolo) sia a livello ambientale, “maltrattando” meno l’ambiente e le colture su cui si va ad operare, ottenendo così prodotti buoni e sani

Quindi affianco al risparmio si pone l’efficienza nell’uso di tali fattori di produzione.

Effetti sul lavoro

Tra gli effetti sul lavoro possono essere citati soprattutto:

  • Riduzione di manodopera
  • Maggior efficienza del lavoro manuale e intellettuale (quantitativamente, per la riduzione del tempo dedicato, qualitativamente, per le prestazioni fornite)

Effetti sui ricavi

Gli effetti dell’agricoltura di precisione sui ricavi possono essere di tipo diretto e indirettoGli effetti diretti si hanno soprattutto sulle rese, le quali saranno certamente maggiori e quindi porteranno ad un maggior guadagno a fine anno. 

Non solo, le produzioni avranno anche un miglioramento qualitativo. Questo darà un valore aggiunto ai prodotti aziendali i quali potranno essere venduti ad un prezzo più alto.

agricoltura di precisione
Guida automatica con V2V (vehicle to vehicle): sistema che, utilizzando una connessione senza fili tra le due macchine, permette di guidare un mezzo agricolo autonomo da parte di un secondo veicolo con conducente a bordo (anche durante la fase di svolta).

 

Benefici a seconda delle colture

Le colture che approfittano maggiormente dell’agricoltura di precisione sono le seguenti:

RISO

  • Riduzione dei fattori di produzione (lavoro e mezzi tecnici);
  • Facilità delle operazioni;Risparmi fino a 50-60 €/ettaro.

MAIS

  • Benefici soprattutto sulle lavorazioni in pre-semina (essendo coltura a file); successivamente si avranno benefici di trascinamento;
  • Risparmi fino a 34-36 €/ettaro.

ERBA MEDICA

  • Minore affaticamento degli operatori durante le operazioni di sfalcio e fienagione;
  • Risparmi fino a 21-26 €/ettaro.

VITE

  • Riduzione dei costi colturali e benefici ambientali grazie all’utilizzo etico e razionale dei fattori della produzione;
  • Maggior qualità delle produzioni, soprattutto, grazie anche alla rintracciabilità di tutti gli eventi e le condizioni che si sono succedute nel processo produttivo.

Politiche finanziarie per incentivare l’agricoltura di precisione

Molti di voi adesso si staranno sicuramente chiedendo:

 

“C’è qualche contributo finanziario per installare queste tecnologie?”

Sicuramente la ricerca e l’innovazione a riguardo potranno soddisfare ancora di più la congiunzione tra produttività e sostenibilità. 

Allo stesso tempo, però, deve essere molto più integrata la connessione tra coloro che hanno in mano “la conoscenza” (università, centri di ricerca e consulenza agricola) e le imprese agricole.

D’altro canto, comunque, i PSR regionali (PAC 2014-2020) possono fornire contributi finanziari per:

  • Formazione professionale per quanto riguarda l’utilizzo dei programmi e degli apparecchi elettronici;
  • Attività dimostrative ed azioni di informazione;
  • Scambi inter-aziendali e visite in loco;
  • PEI (partenariato europeo per l’innovazione): mira al potenziamento della ricerca e dell’innovazione in agricoltura, favorendo un nuovo approccio interattivo dell’innovazione;
  • Misura 16.1: promuove la creazione dei Gruppi Operativi – GO -, nell’ambito della Misura 16 “Cooperazione” e ne supporta la realizzazione dei progetti. I GO sono partenariati che realizzano un progetto di innovazione per cogliere nuove opportunità e/o risolvere particolari problematiche con riferimento agli obiettivi del PEI-AGRI;
  • Misura 16.2: promuovere progetti che diano risposte concrete alle imprese, promuovendo la sperimentazione e la verifica dell’applicabilità di tecnologie, tecniche e pratiche in relazione ai contesti geografici e/o ambientali.